Il viale, immerso nelle colline della Valtenesi, vi porterà al Borgo di Drugolo.

Benvenuti al BORGO di DRUGOLO, un luogo fiabesco, progettato per incantare l'ospite facendolo entrare in uno mondo di pace e tranquillità, immersi nella natura incontaminata. 

In una posizione unica, l'antico borgo che sorge adiacente al castello medioevale, le cui origini risalgono al X secolo, è stato ristrutturato e  trasformato in appartamenti per vacanze di inconfondibile bellezza, gusto e design.

Al BORGO di DRUGOLO potrete godervi le vostre giornate in totale relax, in armonia con la natura senza rinunciare a tutti i comfort di un abitazione di ultima generazione. Concedetevi una vacanza in un ambiente unico, l'appartamento dei vostri sogni vi sta aspettando.

Il Castello di Drugolo

Dimora di antiche famiglie nobiliari, il Castello di Drugolo racconta 600 anni di storia bresciana e della Riviera.

Il Castello di Drugolo si trova ancora oggi all’interno dell'omonimo borgo, oggi proprietà privata sulle colline del Lago di Garda fu abitata fin da epoca celtica. Proprio ai celti si deve il nome ‘Drugolo’, dal termine indoeuropeo per indicare i boschi di querce sacre a Giove. Probabilmente edificato dalla nobile famiglia Griffi all’interno di un podere di proprietà di una antica famiglia romana, il castello fu inizialmente sottoposto al dominio del monastero di S. Pietro in Monte Ursino.

Il piacere e lo stile di vita in armonia con la natura per voi e le vostre famiglie vi aspettano al BORGO DI DRUGOLO. Concedetevi una vacanza in un ambiente unico e scegliete l'appartamento dei vostri sogni per una vacanza indimenticabile.

La Storia

Durante gli scontri tra guelfi e ghibellini, che infiammarono anche la provincia di Brescia, il Castello fu dimora della famiglia ghibellina dei Federici di Valcamonica. Nel 1399 i beni della famiglia Federici passarono a Valarino Advocati e furono venduti successivamente a Giovanni Advocati.

A partire dal 1400 fino al 1436 la storia del Castello di Drugolo si intreccia con quella delle famiglie nobiliari dei Visconti e dei Vimercati e con la figura di Pandolfo Malatesta.

Fino al 1436 il castello di Drugolo rimase di proprietà della famiglia ghibellina Vimercati, per poi essere ceduto alla famiglia Averoldi, che aveva appoggiato, insieme ai Gonzaga e ai guelfi bresciani, Venezia e le sue ambizioni di conquista dell'entroterra lombardo contro il predominio dei Visconti a Milano.

Il Castello di Drugolo venne venduto nel 1935 dagli Averoldi alla famiglia Lanni della Quara, che lo possiede e lo abita tutt’ora. Il Castello quindi è oggi cornice del borgo di Drugolo ma, in quanto residenza privata, non visitabile.

Nel 1963 il Castello ed il Borgo di Drugolo si sono riuniti all’adiacente proprietà di Arzaga per iniziativa e visione del Barone Armando Lanni della Quara, che acquistò la tenuta di Arzaga con il suo Palazzo. 

Ci sono luoghi ricchi di storia e luoghi che ne fanno parte